Xxx jmsen dating absolutely online crazy websites

So man aber egmeltes Spplein krfftiger haben wil/ datz es mehr nehre/ so soll man an statt der Erbesbrhen gute Hner/ Capaunen oder Rindsfleischbrhe oder aber ein gute krfftige Hammelfleischbrhen nemmen/ unnd obgemelter massen wol sieden lassen/ unnd mit guten Kreutern abbereyten.Etliche bereyten Gerstenm/ im Seitenstechen/ Brust und Seitengeschwer und allen andern innerlichen Gebrechen von Hitz verursachet sonderlich aber wider den drren Husten/ unnd mag man dieselbigen mit Penid oder Canditzucker/ nach eines jeden gelegenheit s wird/ saltz unnd schmaltz es nit zu viel/ und gibs dem Krancken zu essen.nume divh mo: Dioy ecto Dto^ Quefto è il Dio, cht fi trasii»rma in eroe nella tragiedia , in fi Bia* f lice bofghefe nc Ua commedia, in paftore oe U* egloga: aiia fitie il Dio ,. pih dov Av^oq ftiinai& in riguardo all' anima, che. loro ufo fece ^ che indovinarle , furono fatti ftkuoi abbozzi ,, e tentativi , fi^ andò a ten- tone, s'imitò; ma. tutta, quella [)crtezion.e ,' della quale ne fono furcettibiii . VII, F'ita di Mecenate con le note foricbe, e critiche^ di M. Quefto illuftre autore effendo arrivato a Londra, ebbe 1* onore d P «i Tere prefentato al prìncipe di Galles , che io, richiefe di qualche fua opera inver(ì,che non aveffe ancora vifta la luce ; e il viag* giacore non ebbe allora altro da preiènrar* fli , che la tradttrìone del primo libro d^r liade » Noi fappiamo quella particolarità ckir epiftola dedicatorta , che i autore int« ie avanti 9 Ha fìia traduzione » che fu ftam** fata- m Londra in tale occaflone .che la ivert, e gran poe H , i Maliefrs i Cornea, e ì Rar cines» ^ . -T..- vtme;iù , e attitudini del corpo , U declamatone per la. Qiiivi fi naca, che frccome Uai Y fi fcelgjdno i dlfegni delia natura , debbono parimente fcegiiere la maniera , di cui Ter* vonfi per imitarla. piaci meflt O'r arte à le fue regole , che debbono efier of« fervace» Lo fteflb fuccede della poeiia, 1» cui parola è il fuo colore ; tiene ella certi modi , certe foavità, cert* arditezza, certa libertà, e cerca cadenza, che il parlare or« dinario non pol Ttede : e queftrcofe efprimo* no la poefta, e quelle fono, che fanno, che gli Omeri , e i Virgilj, ci dilcttafto» ec'itt* dby Google d^lìe tchfitfi 9 e Bif Bne Artr. Il capitolo ultimo vene fopra la eloques* za , e fuir arcbittettura .* il poco difcorrer- iie dell' aurore dà a noi del riiicrercimeif- to a non poter parlarne a lungo . Ben prefto fu di un fondamento sì fodò videfì- preitb di effi la te U cicevere i colori della na-^ tuia, il marmo refpirafe fotco lo fcarpcl- lo, e la poefia produrre capi d* opere , che iiervono prefentemente di modelli a tutte le polite nazioni .. Ntlla ftefla epiftoia 11 marchefr ricono* kty che Omero e Virgilio fanno che dirpia* ciano tutti gli altri poeti epici.JU Digitizedby Google cai^ttere di diletto , che per lo innan* ci non avevano . Se: difcorriamo di Corne-i- lio, egli dimentica fé medefitoo-^. ne*/ fuoi eroi.) ch^e^lfs deferì ve i, ed eccolo ora. e Orazio: ie par)Lamt^di: Fòntaine egli t il lupo , Tàgoelio , o il cane', eccet tera •. uà fec^ondo ocdiae di, dementi, alla loro ijduftcia) per il.cheftu*. la intereflarono il lo« ro cuore , e iinalmeni^ compre fero , che tut* Gennai^ 1747. malia f Le arci' nel loro, nafcere furono, fo-^ mi^licvoli a^li uomini , che fono imitatori letici , imitarono rozzamente la natur^ xotfca per fe Beflà^' l Greci più drepìtofi f\iccedettero fina U ment^, ih foro bupn gufto parlò ». nel viaggio, -in cm6 ne perde ordinariamente molto nel carnai- no , negli alberghi , e in cento altre mani»* re; e un.Inquefti trasporti ipdfcti dipingono le batta-^ glie, le tempefte: penetrati nella loro ia»^ paginazione da quefti oggetti , intendonol L dby Google fumort dclcuo Qo, il frcoiifo (MI^m^t il raugghiameuto^ckìnu De ^vedod^ U&rórc, il Q)ac«ilo, U fangue, e ^ueto è eia, ch*^ cffi ehiam^na divina furore ,. ^ Digitizedby Google delle Sciume^ $ hnne Atti: t $ tnqitefti teforl manifeftìati con tanta vivez- za, di lume nei Je opere della, natura 'po^- ttvano avere il. illorota* lento Udiftricò', Tono, e T altro lor difle» ro a vicenda , che della imitazione non do^^ irevatio chiàmarfi contenti, era d' uopo di piti, che fcelta» faceifero degli oggetti , é prefentarlf con. si eccellente economo di tutti j _ fuoi dby Google fuoi momenti non poteva non acquiftare ui» teforo immenfo di cognizioni in ogni gei nere d' erudizione.

Sonst sind alle erzehlte Geschlecht mit jhren Grablettern/ Halmen unnd jhren rauhen Granen einander fast gleich/ unnd dewegen nicht wol von einander zu underscheiden.La tndigenia dello fp»* rito quivi trova la fua ricchezza , non aves» do altri termini , che quello dell univerfo» « quanto evvi di pih bello ne^ia naturìa » tutto diviene oggetto delle fue cognizioni , ed il germoglio delle fue produzioni nelle arti. Molière vuole: rapprefentare un milantro* pov cioè un uomo di cattivo umore*.: l'orla gì naie, cerca, non èfolamentein Pari* gi fpièga nei duefui Teguenti' capitoli, che a noi fembrano un: po' tròppo mi furati al» •io fteflb livellò ,. dei differenti pmntè di dottrina , eke an* ^ redazione alle materie di religione ^ ec. in Pefaro tradotte nel noftro linguag^ gio e dedicate al V Emo , e Revf^o Sig^ Cardinal LANTE. cominciata la fiaddeiu opera di là dai monti , e la terminò nella icprrere i .principali fiati dell' Europa .GV invola tutti i piani delle opereì tutti t difegnt deeli oman^cnti , che po Uc H no piacere, e trafpoharli ad un tutto - iqui^ ittoye pi U fpirito nel palaazo delle beile arti , prenda- li penneilo , e gli moftra ciò eh' è dipinge- re la natuca.; nea copiarla già ferviloientt tal qjdai^' è; ma imitarla» in tutto ciò, chr ^ e Jui:di*^ili vago, Uà rilevlre i tratti:, acf- coinpagnafii:., e pteienrarii con tutta quella perfezione , della qii»le ne fono capaci ,. primo^ in quale ihito de- ve eifere il buon guflo per imitare la bel- Qennajo 1747*. Febbraio 1747, PESARO Nella Stamperìa di Niccolò Gavelli Impreflbr Camerale, Vefcovile, Pubblico^, ed Accademico. S' Ofa egli irifervata una tale occupa^zioc^ per |erdere minor tempo.Google Book Search helps readers discover the world's books while helping authors and publishers reach new audiences. di Suf.^ f Priviligi^'* - dby Google 7f ^- Digitizedby Google MEMORI E * PER. A^i d«glf dby Google ^é Mimérit ptir la $t9r U ciigi* toteii trattati-^ e delie d Menatioiii *^ ma con peffimo cvcnimeato, perchè eraao quefti vere r Upoftc degli ocacolt : objcuris vera. ài Jto Uin oompe a« dia mìlli^ beile cofe in materia delle: artii ; Illa viene riguardato, C0iii A:r eco di. Il noftro autore à delle mire pih pure, e piìi profonde : T a/- gpmento, eh* egli maneggia, noai già nuo^ \^^ ma la pone in tm lumetutto nuovo per una ferie di oirervazionl ». tretva U d»» miztoiie , che cercava» Tùg'é V origine di q^iiefta òpera ^ ferma* tafi ifnafi knzà ìtnteazione , e per imo fvi^ luppamento d* idee , di^ cui la prima, è ftatti U gero K^l^ dclte. tut«i gli o^tti viiibiii ; il: Viulko coi Tuoi artifizi imita ilinormoriodr -un rivo., il s4imore: di up tuono 4 il poeta (oli! €Ìie la natura à cagione della.iiiiitazt Dae, e^ r arte non i perfetta fenonquando' ella com- pia la^ natura , non tal qual è in fé fteiti ^ ma. ^BIEj4 PUBBti C/t DELL 4 SCf Cl E- tà reale delle fetenze tenuia nella gran fata del pubblico della città di Monpel* li et li 2. E' un ingana»^' , che ili tradurre bene (ia una oofa di poco mooietfto; egli è un meftiere laboriofiiiìmo'^ dtfguftofo dì molto^, • che efige un lalen Mi non ordinarlo « La racdsita comincia con una itfttera^del aig.You can search through the full text of this book on the web at |http : //books . com/ ia NARDECCHIA A 493370 ^itizedby Google AS az.1 dby Google Digitizedby Google MEMORIE PER LA STORIA ENELLE SCIENZE, E BUONE ARTI Cennajù 1747. di^regole, « d L confegnenze, che d a tutu non era. L*' opera è dedicai^u ai Qelftna,, i L^l^e^ nió per le belle art^, e le frefchc conauifte. altre* In tre parti è divìià T opeea^ e ciafciin A parte comprender pih capitoli s nella primìi viene, «ianrinata: la. Lo* fca Jpelio dello^ fiatuario dimcllra un eror in un peczo di jnariìio ;. di tutte le gjra»ornata,, e con tut« te le bellezze , àe può ella ricevere «. Dicembre 1745, Monpellisr nel* la flamperia di Gio: Mar tei 1746 Libra*

Sonst sind alle erzehlte Geschlecht mit jhren Grablettern/ Halmen unnd jhren rauhen Granen einander fast gleich/ unnd dewegen nicht wol von einander zu underscheiden.La tndigenia dello fp»* rito quivi trova la fua ricchezza , non aves» do altri termini , che quello dell univerfo» « quanto evvi di pih bello ne^ia naturìa » tutto diviene oggetto delle fue cognizioni , ed il germoglio delle fue produzioni nelle arti. Molière vuole: rapprefentare un milantro* pov cioè un uomo di cattivo umore*.: l'orla gì naie, cerca, non èfolamentein Pari* gi fpièga nei duefui Teguenti' capitoli, che a noi fembrano un: po' tròppo mi furati al» •io fteflb livellò ,. dei differenti pmntè di dottrina , eke an* ^ redazione alle materie di religione ^ ec. in Pefaro tradotte nel noftro linguag^ gio e dedicate al V Emo , e Revf^o Sig^ Cardinal LANTE. cominciata la fiaddeiu opera di là dai monti , e la terminò nella icprrere i .principali fiati dell' Europa .GV invola tutti i piani delle opereì tutti t difegnt deeli oman^cnti , che po Uc H no piacere, e trafpoharli ad un tutto - iqui^ ittoye pi U fpirito nel palaazo delle beile arti , prenda- li penneilo , e gli moftra ciò eh' è dipinge- re la natuca.; nea copiarla già ferviloientt tal qjdai^' è; ma imitarla» in tutto ciò, chr ^ e Jui:di*^ili vago, Uà rilevlre i tratti:, acf- coinpagnafii:., e pteienrarii con tutta quella perfezione , della qii»le ne fono capaci ,. primo^ in quale ihito de- ve eifere il buon guflo per imitare la bel- Qennajo 1747*. Febbraio 1747, PESARO Nella Stamperìa di Niccolò Gavelli Impreflbr Camerale, Vefcovile, Pubblico^, ed Accademico. S' Ofa egli irifervata una tale occupa^zioc^ per |erdere minor tempo.Google Book Search helps readers discover the world's books while helping authors and publishers reach new audiences. di Suf.^ f Priviligi^'* - dby Google 7f ^- Digitizedby Google MEMORI E * PER. A^i d«glf dby Google ^é Mimérit ptir la $t9r U ciigi* toteii trattati-^ e delie d Menatioiii *^ ma con peffimo cvcnimeato, perchè eraao quefti vere r Upoftc degli ocacolt : objcuris vera. ài Jto Uin oompe a« dia mìlli^ beile cofe in materia delle: artii ; Illa viene riguardato, C0iii A:r eco di. Il noftro autore à delle mire pih pure, e piìi profonde : T a/- gpmento, eh* egli maneggia, noai già nuo^ \^^ ma la pone in tm lumetutto nuovo per una ferie di oirervazionl ». tretva U d»» miztoiie , che cercava» Tùg'é V origine di q^iiefta òpera ^ ferma* tafi ifnafi knzà ìtnteazione , e per imo fvi^ luppamento d* idee , di^ cui la prima, è ftatti U gero K^l^ dclte. tut«i gli o^tti viiibiii ; il: Viulko coi Tuoi artifizi imita ilinormoriodr -un rivo., il s4imore: di up tuono 4 il poeta (oli! €Ìie la natura à cagione della.iiiiitazt Dae, e^ r arte non i perfetta fenonquando' ella com- pia la^ natura , non tal qual è in fé fteiti ^ ma. ^BIEj4 PUBBti C/t DELL 4 SCf Cl E- tà reale delle fetenze tenuia nella gran fata del pubblico della città di Monpel* li et li 2. E' un ingana»^' , che ili tradurre bene (ia una oofa di poco mooietfto; egli è un meftiere laboriofiiiìmo'^ dtfguftofo dì molto^, • che efige un lalen Mi non ordinarlo « La racdsita comincia con una itfttera^del aig.You can search through the full text of this book on the web at |http : //books . com/ ia NARDECCHIA A 493370 ^itizedby Google AS az.1 dby Google Digitizedby Google MEMORIE PER LA STORIA ENELLE SCIENZE, E BUONE ARTI Cennajù 1747. di^regole, « d L confegnenze, che d a tutu non era. L*' opera è dedicai^u ai Qelftna,, i L^l^e^ nió per le belle art^, e le frefchc conauifte. altre* In tre parti è divìià T opeea^ e ciafciin A parte comprender pih capitoli s nella primìi viene, «ianrinata: la. Lo* fca Jpelio dello^ fiatuario dimcllra un eror in un peczo di jnariìio ;. di tutte le gjra»ornata,, e con tut« te le bellezze , àe può ella ricevere «. Dicembre 1745, Monpellisr nel* la flamperia di Gio: Mar tei 1746 Libra* [[

Sonst sind alle erzehlte Geschlecht mit jhren Grablettern/ Halmen unnd jhren rauhen Granen einander fast gleich/ unnd dewegen nicht wol von einander zu underscheiden.

La tndigenia dello fp»* rito quivi trova la fua ricchezza , non aves» do altri termini , che quello dell univerfo» « quanto evvi di pih bello ne^ia naturìa » tutto diviene oggetto delle fue cognizioni , ed il germoglio delle fue produzioni nelle arti. Molière vuole: rapprefentare un milantro* pov cioè un uomo di cattivo umore*.: l'orla gì naie, cerca, non èfolamentein Pari* gi fpièga nei duefui Teguenti' capitoli, che a noi fembrano un: po' tròppo mi furati al» •io fteflb livellò ,. dei differenti pmntè di dottrina , eke an* ^ redazione alle materie di religione ^ ec. in Pefaro tradotte nel noftro linguag^ gio e dedicate al V Emo , e Revf^o Sig^ Cardinal LANTE. cominciata la fiaddeiu opera di là dai monti , e la terminò nella icprrere i .principali fiati dell' Europa .

GV invola tutti i piani delle opereì tutti t difegnt deeli oman^cnti , che po Uc H no piacere, e trafpoharli ad un tutto - iqui^ ittoye pi U fpirito nel palaazo delle beile arti , prenda- li penneilo , e gli moftra ciò eh' è dipinge- re la natuca.; nea copiarla già ferviloientt tal qjdai^' è; ma imitarla» in tutto ciò, chr ^ e Jui:di*^ili vago, Uà rilevlre i tratti:, acf- coinpagnafii:., e pteienrarii con tutta quella perfezione , della qii»le ne fono capaci ,. primo^ in quale ihito de- ve eifere il buon guflo per imitare la bel- Qennajo 1747*. Febbraio 1747, PESARO Nella Stamperìa di Niccolò Gavelli Impreflbr Camerale, Vefcovile, Pubblico^, ed Accademico. S' Ofa egli irifervata una tale occupa^zioc^ per |erdere minor tempo.

Google Book Search helps readers discover the world's books while helping authors and publishers reach new audiences. di Suf.^ f Priviligi^'* - dby Google 7f ^- Digitizedby Google MEMORI E * PER. A^i d«glf dby Google ^é Mimérit ptir la $t9r U ciigi* toteii trattati-^ e delie d Menatioiii *^ ma con peffimo cvcnimeato, perchè eraao quefti vere r Upoftc degli ocacolt : objcuris vera. ài Jto Uin oompe a« dia mìlli^ beile cofe in materia delle: artii ; Illa viene riguardato, C0iii A:r eco di. Il noftro autore à delle mire pih pure, e piìi profonde : T a/- gpmento, eh* egli maneggia, noai già nuo^ \^^ ma la pone in tm lumetutto nuovo per una ferie di oirervazionl ». tretva U d»» miztoiie , che cercava» Tùg'é V origine di q^iiefta òpera ^ ferma* tafi ifnafi knzà ìtnteazione , e per imo fvi^ luppamento d* idee , di^ cui la prima, è ftatti U gero K^l^ dclte. tut«i gli o^tti viiibiii ; il: Viulko coi Tuoi artifizi imita ilinormoriodr -un rivo., il s4imore: di up tuono 4 il poeta (oli! €Ìie la natura à cagione della.iiiiitazt Dae, e^ r arte non i perfetta fenonquando' ella com- pia la^ natura , non tal qual è in fé fteiti ^ ma. ^BIEj4 PUBBti C/t DELL 4 SCf Cl E- tà reale delle fetenze tenuia nella gran fata del pubblico della città di Monpel* li et li 2. E' un ingana»^' , che ili tradurre bene (ia una oofa di poco mooietfto; egli è un meftiere laboriofiiiìmo'^ dtfguftofo dì molto^, • che efige un lalen Mi non ordinarlo « La racdsita comincia con una itfttera^del aig.

You can search through the full text of this book on the web at |http : //books . com/ ia NARDECCHIA A 493370 ^itizedby Google AS az.1 dby Google Digitizedby Google MEMORIE PER LA STORIA ENELLE SCIENZE, E BUONE ARTI Cennajù 1747. di^regole, « d L confegnenze, che d a tutu non era. L*' opera è dedicai^u ai Qelftna,, i L^l^e^ nió per le belle art^, e le frefchc conauifte. altre* In tre parti è divìià T opeea^ e ciafciin A parte comprender pih capitoli s nella primìi viene, «ianrinata: la. Lo* fca Jpelio dello^ fiatuario dimcllra un eror in un peczo di jnariìio ;. di tutte le gjra»ornata,, e con tut« te le bellezze , àe può ella ricevere «. Dicembre 1745, Monpellisr nel* la flamperia di Gio: Mar tei 1746 Libra* $0 in 4. Otbfeffo Toretli agli affbciati dell^aceas* d MBÌ4 Aette khnie ài Bologna-, In queftt egli fpiega lore» il fuo difegno , tf Ua P è , che per preiàntar loro un* c^ra , che pofia in- contrare il toro aggradimento, prepara una nuova edizione del Diofante, la qtfalo ùÌA arricchita di diverfe ricerche der fo sig: Andrea Marani nobil uomo Vicentino, i al CUI mavufcritti matematici di f^efeme M filrrenigotio al si^. fàf^ iamo creduto di non dover pkfi Ur ibtto fi^ letizio queftanouftila iettieraria molto impoi^k tante ai nifttematici .

||

Sonst sind alle erzehlte Geschlecht mit jhren Grablettern/ Halmen unnd jhren rauhen Granen einander fast gleich/ unnd dewegen nicht wol von einander zu underscheiden.La tndigenia dello fp»* rito quivi trova la fua ricchezza , non aves» do altri termini , che quello dell univerfo» « quanto evvi di pih bello ne^ia naturìa » tutto diviene oggetto delle fue cognizioni , ed il germoglio delle fue produzioni nelle arti. Molière vuole: rapprefentare un milantro* pov cioè un uomo di cattivo umore*.: l'orla gì naie, cerca, non èfolamentein Pari* gi fpièga nei duefui Teguenti' capitoli, che a noi fembrano un: po' tròppo mi furati al» •io fteflb livellò ,. dei differenti pmntè di dottrina , eke an* ^ redazione alle materie di religione ^ ec. in Pefaro tradotte nel noftro linguag^ gio e dedicate al V Emo , e Revf^o Sig^ Cardinal LANTE. cominciata la fiaddeiu opera di là dai monti , e la terminò nella icprrere i .principali fiati dell' Europa .GV invola tutti i piani delle opereì tutti t difegnt deeli oman^cnti , che po Uc H no piacere, e trafpoharli ad un tutto - iqui^ ittoye pi U fpirito nel palaazo delle beile arti , prenda- li penneilo , e gli moftra ciò eh' è dipinge- re la natuca.; nea copiarla già ferviloientt tal qjdai^' è; ma imitarla» in tutto ciò, chr ^ e Jui:di*^ili vago, Uà rilevlre i tratti:, acf- coinpagnafii:., e pteienrarii con tutta quella perfezione , della qii»le ne fono capaci ,. primo^ in quale ihito de- ve eifere il buon guflo per imitare la bel- Qennajo 1747*. Febbraio 1747, PESARO Nella Stamperìa di Niccolò Gavelli Impreflbr Camerale, Vefcovile, Pubblico^, ed Accademico. S' Ofa egli irifervata una tale occupa^zioc^ per |erdere minor tempo.Google Book Search helps readers discover the world's books while helping authors and publishers reach new audiences. di Suf.^ f Priviligi^'* - dby Google 7f ^- Digitizedby Google MEMORI E * PER. A^i d«glf dby Google ^é Mimérit ptir la $t9r U ciigi* toteii trattati-^ e delie d Menatioiii *^ ma con peffimo cvcnimeato, perchè eraao quefti vere r Upoftc degli ocacolt : objcuris vera. ài Jto Uin oompe a« dia mìlli^ beile cofe in materia delle: artii ; Illa viene riguardato, C0iii A:r eco di. Il noftro autore à delle mire pih pure, e piìi profonde : T a/- gpmento, eh* egli maneggia, noai già nuo^ \^^ ma la pone in tm lumetutto nuovo per una ferie di oirervazionl ». tretva U d»» miztoiie , che cercava» Tùg'é V origine di q^iiefta òpera ^ ferma* tafi ifnafi knzà ìtnteazione , e per imo fvi^ luppamento d* idee , di^ cui la prima, è ftatti U gero K^l^ dclte. tut«i gli o^tti viiibiii ; il: Viulko coi Tuoi artifizi imita ilinormoriodr -un rivo., il s4imore: di up tuono 4 il poeta (oli! €Ìie la natura à cagione della.iiiiitazt Dae, e^ r arte non i perfetta fenonquando' ella com- pia la^ natura , non tal qual è in fé fteiti ^ ma. ^BIEj4 PUBBti C/t DELL 4 SCf Cl E- tà reale delle fetenze tenuia nella gran fata del pubblico della città di Monpel* li et li 2. E' un ingana»^' , che ili tradurre bene (ia una oofa di poco mooietfto; egli è un meftiere laboriofiiiìmo'^ dtfguftofo dì molto^, • che efige un lalen Mi non ordinarlo « La racdsita comincia con una itfttera^del aig.You can search through the full text of this book on the web at |http : //books . com/ ia NARDECCHIA A 493370 ^itizedby Google AS az.1 dby Google Digitizedby Google MEMORIE PER LA STORIA ENELLE SCIENZE, E BUONE ARTI Cennajù 1747. di^regole, « d L confegnenze, che d a tutu non era. L*' opera è dedicai^u ai Qelftna,, i L^l^e^ nió per le belle art^, e le frefchc conauifte. altre* In tre parti è divìià T opeea^ e ciafciin A parte comprender pih capitoli s nella primìi viene, «ianrinata: la. Lo* fca Jpelio dello^ fiatuario dimcllra un eror in un peczo di jnariìio ;. di tutte le gjra»ornata,, e con tut« te le bellezze , àe può ella ricevere «. Dicembre 1745, Monpellisr nel* la flamperia di Gio: Mar tei 1746 Libra* $0 in 4. Otbfeffo Toretli agli affbciati dell^aceas* d MBÌ4 Aette khnie ài Bologna-, In queftt egli fpiega lore» il fuo difegno , tf Ua P è , che per preiàntar loro un* c^ra , che pofia in- contrare il toro aggradimento, prepara una nuova edizione del Diofante, la qtfalo ùÌA arricchita di diverfe ricerche der fo sig: Andrea Marani nobil uomo Vicentino, i al CUI mavufcritti matematici di f^efeme M filrrenigotio al si^. fàf^ iamo creduto di non dover pkfi Ur ibtto fi^ letizio queftanouftila iettieraria molto impoi^k tante ai nifttematici .

]] in 4. Otbfeffo Toretli agli affbciati dell^aceas* d MBÌ4 Aette khnie ài Bologna-, In queftt egli fpiega lore» il fuo difegno , tf Ua P è , che per preiàntar loro un* c^ra , che pofia in- contrare il toro aggradimento, prepara una nuova edizione del Diofante, la qtfalo ùÌA arricchita di diverfe ricerche der fo sig: Andrea Marani nobil uomo Vicentino, i al CUI mavufcritti matematici di f^efeme M filrrenigotio al si^. fàf^ iamo creduto di non dover pkfi Ur ibtto fi^ letizio queftanouftila iettieraria molto impoi^k tante ai nifttematici .

in 4. Otbfeffo Toretli agli affbciati dell^aceas* d MBÌ4 Aette khnie ài Bologna-, In queftt egli fpiega lore» il fuo difegno , tf Ua P è , che per preiàntar loro un* c^ra , che pofia in- contrare il toro aggradimento, prepara una nuova edizione del Diofante, la qtfalo ùÌA arricchita di diverfe ricerche der fo sig: Andrea Marani nobil uomo Vicentino, i al CUI mavufcritti matematici di f^efeme M filrrenigotio al si^. fàf^ iamo creduto di non dover pkfi Ur ibtto fi^ letizio queftanouftila iettieraria molto impoi^k tante ai nifttematici .

Search for Xxx jmsen:

Xxx jmsen-30

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

One thought on “Xxx jmsen”

  1. The thing is, networking is key in this kind of search, and often times you'll find meeting folks at real-world events the best way to communicate and connect with like-minded individuals.

  2. Browse our members and find some hot and horny action near you! They have so many sexy horny single girls who are so willing to hook up for the night. I get on, start messaging local girls and set a time to meet up. All of our members are real and active on the site.